Fattura elettronica: Servizi di pre-registrazione e QR-Code

L’Agenzia delle Entrate con comunicato stampa del 14 giugno 2018 ha reso noto che dal 15 giugno 2018 sono attivi i servizi per la generazione del QR-Code e per la registrazione dell’indirizzo telematico sul quale ricevere le fatture elettroniche.  Per accedere al portale dedicato “Fatture e corrispettivi”, è necessario avere le credenziali SPID, CNS (Carta nazionale dei servizi), Entratel o Fisconline. Il servizio di generazione del codice QR è disponibile anche all’interno del cassetto fiscale.

Sempre dal 15 giugno 2018, sono disponibili i servizi gratuiti (dell’Agenzia delle Entrate in collaborazione con il partner tecnologico Sogei) per la generazione del QR-Code (da considerare come se fosse un biglietto da visita digitale contenente i dati inerenti alla propria partita IVA) e per la registrazione dell’indirizzo telematico per la ricezione delle fatture elettroniche.

Fattura Elettronica: Delega agli intermediari

Dal 15 giugno i contribuenti hanno la possibilità di delegare uno o più intermediari per utilizzare tutte le funzionalità connesse al processo di e-fattura o delegare separatamente uno o più professionisti al solo servizio di registrazione dell’indirizzo telematico o a quello di consultazione delle fatture elettroniche.
Per il conferimento della delega troviamo 2 le modalità:
  • tramite Entratel/Fisconline
  • presentando il modello della delega presso un Ufficio qualsiasi dell’Agenzia

Fattura Elettronica: Registrazione indirizzo telematico

Con la pre-registrazione i professionisti e imprese potranno comunicare l’indirizzo telematico sul quale intendono ricevere le loro fatture elettroniche. Per effettuare questa scelta è necessario accedere al servizio online tramite il portale “Fatture e corrispettivi”. Inoltre, l’utente registrato ha la possibilità di modificare, cancellare l’indirizzo telematico in qualsiasi momento.

Fattura Elettronica: generazione QR-Code

In sostanza il QR-Codi è un codice a barre bidimensionale che può essere mostrato dai soggetti titolari di partita IVA al proprio fornitore (tramite tabletsmartphone o carta) e consente al soggetto che lo riceve acquisire in automatico i dati del cliente.
Per generare il proprio QR-Code è sufficiente accedere al portale “Fatture e Corrispettivi” collegandisu al proprio cassetto fiscale.
Il codice generato può essere:
  • salvato in formato pdf e stampato
  • memorizzato sul proprio telefono cellulare
In caso di modifica dei dati anagrafici, come il numero di partita IVA, è necessario procedere con la distruzione del vecchio QR-Code e con la generazione di un nuovo codice.